PTOF – Piano Triennale dell’Offerta Formativa

Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) è il piano che il Collegio Docenti e il Consiglio d’Istituto assumono come documento fondamentale costitutivo della identità culturale e progettuale dell’I.T.I. Guido Donegani di Crotone, in quanto in esso viene esplicitata la progettazione curriculare, extracurriculare, educativa ed organizzativa dell’Istituto. La principale norma di riferimento in materia è il DPR 275/1999, novellato dalla L.107/2015.

Il Piano, in origine, era un documento di pianificazione didattica declinato annualmente, orientato dall’Atto di Indirizzo del Consiglio di Istituto, elaborato dal Collegio dei Docenti ed infine “adottato” dal Consiglio di Istituto. Ora il Piano, divenuto triennale, oltre ad essere un documento di pianificazione didattica a lungo termine, diventa anche essenziale strumento strategico-gestionale, ovvero di previsione e programmazione del fabbisogno di risorse umane e materiali.

Per questo, come previsto dalla Legge 107/2015, il Piano è orientato dall’Atto di Indirizzo delle attività della scuola, delle scelte di gestione e amministrazione redatto dal Dirigente scolastico, viene elaborato dal Collegio dei Docenti ed infine “approvato” dal Consiglio di Istituto.


PDM – Piano di Miglioramento

Il Piano di Miglioramento è un percorso che parte dalle priorità indicate nel RAV (criticità), coinvolge tutta la comunità scolastica e fa leva sulle modalità organizzative gestionali e didattiche messe in atto dalla scuola utilizzando tutti gli spazi di autonomia a disposizione.

La responsabilità della gestione del processo di miglioramento è affidata al Dirigente scolastico che è coadiuvato dal nucleo interno di valutazione.


RAV – Rapporto di Autovalutazione

Tutte le scuole del sistema nazionale di Istruzione sono coinvolte nel processo di autovalutazione con l’elaborazione finale del Rapporto di AutoValutazione; il RAV fornisce una rappresentazione della scuola attraverso un’analisi del suo funzionamento e costituisce inoltre la base per individuare le priorità di sviluppo verso cui orientare il piano di
miglioramento.

Pertanto non va considerato in modo statico, ma come uno stimolo alla riflessione continua, con il coinvolgimento di tutta la comunità scolastica, sulle modalità organizzative, gestionali e didattiche messe in atto nell’anno scolastico di riferimento.

Rendicontazione sociale

La rendicontazione sociale costituisce il punto di arrivo del procedimento di autovalutazione delle scuole, previsto dal DPR n. 80/2013.